Della frutta, si dice, non si butta via niente.

Quando possibile consigliamo di mangiare tutte le parti del frutto, compresa la buccia e i semini, se commestibili.

Le bucce di limoni e arance, però, sono più difficili da mangiare, anche se hanno ottime proprietà nutritive.

Un’idea per godere di queste proprietà senza dover mangiare la buccia è quella di preparare un infuso.

In pratica si tratta di preparare un mix, ogni volta un po’ diverso, con avanzi e bucce, da arricchire magari con qualche aroma del giardino e con un po’ di cannella o di chiodi di garofano.

Indispensabile che gli ingredienti siano tutti biologici.

Ingredienti (possibili):

  • scorze di limone
  • scorze di arancia
  • bucce di mela o pera
  • un rametto di salvia
  • un rametto di rosmarino
  • mezzo bastoncino di cannella
  • qualche chiodo di garofano
  • acqua

Preparazione:

Porta l’acqua ad ebollizione e aggiungi gli avanzi della frutta che hai mangiato, le aromatiche e le spezie. Lascia in infusione 10 minuti e sorseggia.

Ti stupirà la semplicità è la bontà di questa preparazione, nonché il piacere di non aver sprecato nulla di ciò che la natura ci ha regalato.

Volendo è possibile anche lasciare nel bollitore tutto il materiale (aggiungendone un po’ nuovo ogni volta) riportando l’acqua a livello, e versandola nelle tazze quando è sufficientemente calda.

Prima che gli ingredienti esauriscano la loro “carica” è possibile ripetere la tisana antispreco fino a una decina di volte. Ed è sempre buonissima!

Provare per credere.