Sul tema di massimo interesse per tutti i cittadini Alberto Donzelli, specialista in Igiene e medicina preventiva e Scienza dell’alimentazione e attuale Coordinatore del Comitato Scientifico della Fondazione “Allineare Sanità e Salute”, ha tenuto un incontro alla Farmacia Boccaccio di Milano.

Straordinario successo di pubblico per il primo evento organizzato dalla farmacia Boccaccio di Milano. La farmacia, situata nel cuore di Milano,ha ripreso a offrire al suo pubblico eventi informativi sui temi di salute e benessere. Nella tavola rotonda del 18 novembre il Dott. Alberto Donzelli, autore delle Pillole di medicina e farmacologia, pubblicate ogni mese su L’altra medicina, ha tenuto un incontro su alcune terapie precoci disponibili per il Covid 19. Le strategie del Governo oggi sono focalizzate sulla profilassi vaccinale, ma si possono valutare, in aggiunta, altri approcci, anche per superare la paura che a molti ha fatto considerare l’infezione da Coronavirus quasi un destino ineluttabile. Le strategie di lotta alla Covid-19 dovrebbero ampliare il raggio d’azione e fondarsi su almeno cinque pilastri tra loro complementari:

1 Prevenzione primaria ambientale a partire dalla riduzione dell’inquinamento dell’aria. È un pilastro fondamentale, da integrare, non solo sostituire, con note misure non farmacologiche di Sanità Pubblica (distanze, igiene delle dita delle mani, mascherine in ambienti/contatti a rischio di alte cariche virali).

2 Prevenzione primaria comportamentale di efficacia provata, basata su sani stili di vita (attività fisica, no al fumo, alimentazione salutare, buone relazioni umane…) in grado di ridurre i rischi di Covid-19 e delle patologie croniche che ne aumentano la gravità. È una strategia fondamentale per rendere le persone protagoniste della propria salute, con maggior controllo ed empowerment, e per ottimizzare le difese immunitarie naturali di ciascuno.

3 Profilassi vaccinale basata sulle migliori tecnologie e le migliori prove disponibili.

4 Contrasto a cure sbagliate e iatrogene.

5 Promozione di terapie, anche precoci, che si mostrino, sicure, economiche, sostenibili e di ragionevole efficacia. Conoscere terapie di cui la letteratura scientifica mostra ragionevole utilità, anche in fase precoce, sicure e sostenibili, offre risorse concrete in più e toglie la paura che ha fatto spesso considerare l’infezione da coronavirus quasi una condanna.

I seguenti prodotti/principi attivi selezionati sono stati scelti con i seguenti criteri di massima:

  • efficacia molto promettente, in base a studi di disegno valido (randomizzati controllati) favorevoli presenti nella letteratura scientifica, integrati da studi osservazionali. Da tenere ben presente che, anche quando le prove non siano definitive, i principi attivi possono essere considerati a condizione che essi siano:
  • sicuri (primum non nocere!)
  • biologicamente plausibili
  • economici (con un costo-opportunità molto favorevole per il singolo e la comunità)
  • accessibili (o che lo possano rapidamente diventare)
  • senza megasponsor commerciali e ricercatori con grandi conflitti di interessi

Ecco l’elenco (senza pretesa di esaustività), fermo restando che vanno assunti solo e sempre di intesa con il medico curante, attenendosi alle sue indicazioni (e alle specificazioni del farmacista):

  • Ivermectina (che certo non è un prodotto miracoloso, ma ha una sua utilità, ed è     sicura alle dosi corrette previste per uso umano in gran parte del mondo)
  • Budesonide inalatorio
  • Iodopovidone (gocce oculari o sciacqui, senza ingerire)
  • Fluvoxamina
  • Indometacina
  • Curcumina + piperina
  • Nigella sativa
  • Quercetina
  • Melatonina
  • Iota-carragenano (utile nella profilassi pre-esposizione in condizioni di rischio)

La Fondazione Allineare sanità e salute, con sede a Milano, in via Carlo Giuseppe Merlo 3, nasce con la missione di fornire ai Sistemi Sanitari un supporto di ricerca, conoscenze e strategie per superare il conflitto di interessi con la Salute che coinvolge un numero crescente di attori nella Sanità. Il Comitato scientifico conta 23 professionisti della salute e vi sono rappresentate 21 diverse discipline mediche. La Fondazione pubblica una preziosa raccolta di mini Pillole di educazione sanitaria e la Farmacia Boccaccio ne ha fatto omaggio ai presenti. Obiettivo di questo mezzo di comunicazione è rendere i cittadini attori consapevoli nell’esercizio del diritto e dovere di partecipare alle scelte sanitarie (consenso partecipato) fornendo una informazione scientifica chiara, corretta e indipendente, ovvero scevra da conflitti di interessi.

“Condividiamo questa missione – ha dichiarato la titolare della Farmacia Boccaccio, dottssa Paola Colombo-. I nostri farmacisti sono impegnati ogni giorno nell’ascolto dei cittadini per assisterli nei loro acquisti con competenza, per la loro salute e il loro benessere“.