Pubblicate sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics le linee guida per l’alimentazione plant-based per bambini.

L’articolo, dal titolo “Planning well-balanced vegetarian diets in infants, children and adolescents: the VegPlate Junior”, è una guida pratica per elaborare diete a base vegetale ottimali per bambini, dall’infanzia fino all’adolescenza.
Gli autori dell’articolo sono Luciana Baroni, Maurizio Battino e Silvia Goggi, tutti membri della Società scientifica di Nutrizione vegetariana (http://www.scienzavegetariana.it)

Il metodo PiattoVeg Junior

La pubblicazione del metodo del PiattoVeg Junior riconosce la validità di una dieta ottimale basata su ingredienti vegetali per i bambini fin dallo svezzamento, per continuare con ragazzi e adolescenti fino ai 18 anni.

Una dieta completa ed equilibrata

Questa guida dimostra come, consumando gli alimenti vegetali di tutti i gruppi (cereali, legumi e derivati, frutta secca e semi oleosi, verdure, frutta, oli) nelle quantità suggerite per le diverse fasce d’età, sia possibile raggiungere i fabbisogni di tutti i nutrienti come indicato dai LARN, i Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione Italiana.
L’assunzione di latticini o uova è superflua e opzionale per il raggiungimento di tali fabbisogni e non è stata considerata per l’elaborazione di queste linee guida, in quanto non necessaria.

Un piatto con sei spicchi

Così come nella versione per adulti, il VegPlate Junior è rappresentato graficamente da un piatto, diviso in sei spicchi corrispondenti ai sei gruppi alimentari vegetali: cereali, legumi e derivati, frutta secca e semi oleosi, verdure, frutta, oli. Per i bambini dai 6 a 12 mesi la rappresentazione grafica include anche un settimo spicchio, quello del latte materno o, in sua assenza, del latte di formula.
Per ogni gruppo è stata calcolata la dimensione media e la composizione nutrizionale di una “porzione” e per i diversi fabbisogni calorici è stato stabilito il numero di porzioni per ciascun gruppo utili a raggiungere l’adeguatezza della dieta.

Una base per ogni dieta

Conoscendo l’età del bambino o dell’adolescente, seguendo le indicazioni del PiattoVeg a loro dedicato, i professionisti della salute che seguono il bambino (pediatra, nutrizionista, dietista) possono costruire in pochi minuti un menù giornaliero o settimanale adeguato. La vitamina B12 è l’unico nutriente che va assunto sotto forma di integratore, sia nel caso di una dieta vegana che nel caso di una dieta latto-ovo-vegetariana.

La vitamina D, anch’essa rappresentata al centro del piatto, dipende dall’esposizione ai raggi solari e non dall’alimentazione. Gli alimenti scelti per la composizione del piatto sono derivati dalla tradizione mediterranea. Dal momento che oggi si sa che una dieta è tanto più sana quanto più è ricca di alimenti vegetali, il VegPlate può servire come base per pianificare qualsiasi tipo di dieta.