Scritto con uno stile diretto, semplice e divertente, il libro Siamo come ci muoviamo di Katy Bowman dimostra l’importanza del movimento per il nostro corpo e il nostro benessere psicofisico. Una raccolta di saggi in cui l’autrice approfondisce l’analisi sul movimento e invita il lettore a considerare il proprio rapporto personale con la sedentarietà, la comodità e la natura. 

Movimento fisico per dimagrire, per essere più belli, per allentare lo stress quotidiano. Ma è davvero tutto qui? Partendo dallo studio biomeccanico del movimento, Bowman prende in considerazione un modello più complesso, che parte dal singolo individuo per coinvolgere l’intero sistema culturale. Le sue ricerche ci permettono di esplorare in che modo la cultura della comodità sviluppa la sedentarietà e come il comportamento sedentario influenza la socialità e il rapporto con le altre dimensioni del vivere quotidiano. Tecnologia e società del consumo hanno portato le persone a muoversi sempre meno. In particolare il consumismo ci ha portati a delegare ad altri il movimento che potremmo fare noi stessi: qualcun altro si muove per noi, direttamente o indirettamente, per produrre cose che ci permettono di muoverci ancora meno. 

Siamo come ci muoviamo ci aiuta a osservare le nostre abitudini con occhi diversi. Attraverso le ricerche sul movimento fisico e l’osservazione della cultura della sedentarietà è possibile comprendere cosa possiamo fare per aiutare il nostro corpo e la nostra mente ma anche come ricostruire un buon rapporto con la natura e con le persone che ci circondano. Perché vivere una vita ricca di movimento è forse il modo più gioioso ed efficace di trasformare il nostro corpo, la nostra comunità e il mondo intero.

Siamo come ci muoviamo, Katy Bowman, Edizioni Mediterranee, 17,50 euro