Arriva dal medico scienziato americano William Li il programma alimentare 5x5x5, oggi famoso in tutto il mondo. Questo metodo divide 200 alimenti di provenienza vegetale e animale in 5 gruppi, a seconda della loro funzione. Ogni giorno bisogna scegliere 5 alimenti (quelli che ci piacciono di più) da consumare nei 5 pasti della giornata per aiutare i 5 meccanismi di difesa innati.

I cinque gruppi

  • Primo gruppo: rigenerazione cellulare. Include 25 alimenti tra cui arachidi, melagrane, melanzane, mirtilli, vino rosso…
  • Secondo gruppo: cura dei vasi sanguigni. Include 25 alimenti tra cui mandorle, pomodori, pesche, mele, formaggi, vino rosso…
  • Terzo gruppo: flora batterica. Include 25 alimenti tra cui yogurt, formaggio, lenticchie, kiwi, vino rosso…
  • Quarto gruppo: sistema immunitario. Include 25 alimenti tra cui funghi, more, lucchi, pesce, capperi…
  • Quinto gruppo: protezione del DNA. Include 25 alimenti tra cui succo d’uva, curcuma, mirtilli, caffè, soia…

Programma alimentare 5x5x5: aspetti positivi e negativi

Nei cinque gruppi rientrano molta frutta, verdura, semi oleosi, pesce, cereali integrali, legumi e alimenti di alto valore per la nostra salute: il che è indubbiamente positivo.

Il programma alimentare di William Li però non considera quello che la persona mangia al di là dei cinque gruppi. Aggiungere un’arancia (come protezione del DNA) ai biscotti industriali della colazione, o alle patatine fritte della cena, difficilmente può fare la differenza sulla salute di una persona. Solo all’interno di uno stile di vita sano nel suo complesso il consumo di questi alimenti può aiutare le nostre difese e proteggerci.

Sul numero 90 de L’Altra Medicina (novembre 2019), acquistabile online, trovate maggiori informazioni sul programma alimentare di William Li e consigli per un’alimentazione sana.