Funziona anche sull’occhio. La meditazione mindful focalizzata sulla respirazione riduce la pressione intraoculare nei pazienti con glaucoma, una delle principali cause di cecità. A dirlo sono gli oculisti dell’Istituto di scienze mediche di New Delhi in collaborazione con l’università di Magdeburgo.

Nei casi di glaucoma

Un’informazione inedita, almeno per quanto riguarda la medicina moderna, sempre più interessata alle pratiche mind-body di origine indiana o cinese. «Sappiamo che lo stress cronico può aumentare la pressione arteriosa – dichiara l’oftalmologo indiano Tanuj Dada – ma raramente si pensa che possa provocare un aumento della pressione intraoculare. Questo è il primo studio che dimostra come un programma meditativo di rilassamento possa ridurre la pressione dell’occhio nel glaucoma e aumentare la qualità di vita dei pazienti».

Un risultato a sorpresa

I ricercatori hanno visto che, se si aggiunge la meditazione alla terapia farmacologica (gocce nell’occhio), dopo 3 settimane la pressione all’interno dell’occhio si riduce notevolmente: ciò non accade a chi non viene inserito nel programma meditativo. Inoltre, lo stesso studio testimonia effetti positivi su altri indicatori di salute: giù gli ormoni dello stress e i marker infiammatori/ossidativi; su le beta-endorfine e i fattori neurotrofici cerebrali. Prove biochimiche che rendono ragione dell’effetto clinico.

Effetto anti-stress

«Lo studio suggerisce che lo stress mentale sia uno dei principali fattori causali del glaucoma», osserva Bernhard Sabel, psicologo medico dell’Università tedesca. «Usare un’antica tecnica di meditazione per ridurre lo stress è un potente strumento per trattare il paziente inteso come un “tutto” e non solo il suo occhio».

Dagli ashram alle scuole di medicina

Un numero crescente di studi portano fatti a sostegno dei benefici delle tecniche meditative. Non è più solo materia per amatori, ormai se ne interessano anche le scuole mediche. «I nostri risultati – spiega Muneeb Faiq, autore che ha co-firmato lo studio – aprono una strada (“exciting”, dice) per mettere a frutto il potere del cervello nella cura dei problemi del corpo umano. La maggioranza delle malattie hanno una sottostante componente psicologica ed è proprio la psicologia del paziente il bersaglio della meditazione. Riuscire a ridurre i livelli degli ormoni dello stress può impattare su molti organi del corpo, incluso l’occhio».

BIBLIOGRAFIA

Dada T et al. Mindfulness meditation reduces intraocular pressure, lowers stress biomarkers and modulates gene expression in glaucoma: a randomized controlled trial. Journal of Glaucoma, published ahead of print, sept. 2018