Una delle erbe considerate Rasayana in Ayurveda mostra inedite capacità anti-tumorali. E’ la Salsapariglia indiana (Hemidesmus indicus). Gli antichi medici indiani l’avevano scelta per le sue proprietà, come un rimedio principe, addirittura “ringiovanente” o anti-aging. Ora si scopre che questo vegetale potrebbe rivelarsi un alleato prezioso contro i tumori. Lo dice una ricercatrice italiana, Elena Catanzaro dell’Università di Bologna, in un notevole lavoro pubblicato sulla rivista specialistica Oncotarget.

Tesori riposti nelle antiche tradizioni

Si dimostra ancora una volta che le tradizioni mediche, a volte rigettate dalla scienza ufficiale, si fondano su pratiche concrete, su osservazioni empiriche, su scelte dettate da lunghe esperienze. Tanto è vero che molti ricercatori ormai lo sanno: meglio indagare nella direzione proposta dalle tradizioni, quella indiana con i suoi Rasayana, cinese, africana o delle Americhe (o anche la nostra, per quel che ne rimane…). I loro rimedi li trovavano in natura e non si lavorava a caso: c’è un buon motivo se alcune erbe venivano preferite rispetto ad altre.

La Salsapariglia indiana stacca il gruppo

«L’estratto di Hemidesmus indicus – spiega Elena Catanzaro – ha un duplice effetto contro i tumori: da una parte è in grado di uccidere le cellule tumorali e dall’altra fa sì che le cellule morenti siano riconosciute dal sistema immunitario, provocando così la naturale attivazione dei meccanismi di difesa dell’organismo. Si tratta di un fenomeno noto come morte cellulare immunogenica, e la Salsapariglia indiana è l’unico prodotto di origine naturale capace di provocarlo». Ma è anche un’erba utilizzata da molto tempo in Ayurveda.

Combatte i tumori, potenzia il sistema immunitario

In altre parole: a differenza di altre sostanze di origine naturale con proprietà antitumorali, pensate solitamente per diminuire gli effetti tossici dei farmaci tradizionali, l’estratto di Hemidesmus indicus – il Rasayana – permetterebbe anche di stimolare il sistema immunitario, sostenendo così la risposta dell’organismo nel combattere i tumori. I ricercatori ne hanno testato l’efficacia con successo su cellule di tumori del colon e del retto.

 Hemidesmus indicus sarà un nuovo farmaco?

Ovviamente, l’idea di fondo è quella di mettere a punto un nuovo farmaco partendo dalla Salsapariglia indiana, ben conosciuta in Ayurveda. «Si tratta di un rimedio utilizzato da secoli in diverse parti del mondo e per questo abbiamo voluto analizzarne le caratteristiche in modo scientifico, utilizzando gli strumenti avanzati a nostra disposizione», dice Elena Catanzaro. Un’indagine che ha subito prodotto risultati promettenti. Il Rasayana anche oggi mostra le sue uniche qualità.

BIBLIOGRAFIA

Turrini E, Catanzaro E. Hemidesmus indicus induces immunogenic death in human colorectal cancer cells. Oncotarget 2018; 9: 24443-24456