Siamo soliti pensare allo shiatsu come a una disciplina che si pratica sottoponendosi alle mani esperte di un operatore. E’ quasi sempre così, ma c’è dell’altro: dopo essere stati “istruiti” da uno shiatsuka, questa antica tradizione giapponese può essere portata dentro le mura domestiche, con grande beneficio per la coppia e, perché no, per i piccolini che allietano la famiglia.

Ce ne occupiamo in modo esaustivo nel numero de L’altra medicina magazine attualmente in edicola: grazie alla guida attenta di Alberto e Leo, del centro Shiatsu Amico Loft di Legnano, Claudia, Davide e la piccola Viola Anita si sono prestati volentieri agli insegnamenti, con grande beneficio e divertimento…

Del resto, anche il famoso Kazunori Sasaki aveva ben presenti i vantaggi dello shiatsu famigliare: “Non è qualcosa di miracoloso, è una pratica ordinaria, alla portata di tutti. Si tratta semplicemente di aiutare con le mani senza pensare. Il corpo ha bisogno di esprimere la sua unicità, la sua individualità. Se recepite questa richiesta intorno a voi, praticate tra di voi e troverete un modo di comunicare spontaneo e vivificante”.