Si è tenuto all’Olys Festival di Milano una conferenza di Bernard Rouch sulle terapie egizio-essene. Si tratta di una proposta recente che sta ottenendo un buon riscontro di pubblico.
Disciplina olistica per eccellenza, le terapie egizio-essene si presentano come una forma di recupero della sapienza medica dell’antico Egitto. Il presupposto è che noi siamo fatti di più corpi, tra loro in relazione, e che una terapia efficace debba occuparsi di tutti. Il corpo fisico in quest’ottica, non è che la fase conclusiva del processo di densificazione di diversi corpi sottili. Per esempio il mal di testa era rappresentato con l’immagine di un coccodrillo sulla testa: esiste cioè un correlato mentale di un problema fisico e la terapia può procedere agendo sul pensiero, creatore di realtà.
Si tratta di una disciplina sincretica, ben elaborata, che incrocia conoscenze che derivano dall’antico Egitto, dalla tradizione Lakota. dall’India/Tibet (karma e chakra sono parole utilizzate da questa scuola), ma che si ispira anche alle nuove discipline energetiche. Molto importante è la visualizzazione dell’aura, un’operazione accessibile attraverso la pratica: un metodo diagnostico.
Come nasce questa nuova scuola?
Alla fine degli anni Settanta Anne e Daniel Meurois Givaudan iniziano a vivere fenomeni di decorporazione, comunemente conosciuti come viaggi astrali, in cui la coscienza si pone al di fuori del corpo fisico.
La scuola precisa che «rivivendo alcune delle sue esistenze passate, Daniel Merois Givaudan ci ha potuto restituire le cure praticate dagli Egizi durante il regno di Akhenaton e quelle praticate dagli esseni ai tempi di Gesù».
Bernard Rouch, cugino primo di Anne Givaudan, aveva 14 anni quando iniziò a partecipare ad incontri settimanali per le esercitazioni sulla lettura dell’aura e la pratica di queste terapie sotto la supervisione di Anne e Daniel.
Durante la sua infanzia Bernard, grazie ai suoi genitori, ha anche avuto la possibilità di entrare in contatto con sapienti e luoghi indiani e tibetani. All’Olys ha raccontato che suo padre, in punto di morte, lo ha invitato a ripercorrere i luoghi visitati in passato perché ‘una persona che non sa da dove viene, non sa dove andrà’.
Bernard Rouch ha attraversato anche una fase di rifiuto. In questo periodo ha lasciato tutto per laurearsi in Ingegneria. Poi – dice – «sono entrato in crisi, perché studiando la fisica moderna e la fisica quantistica mi sono accorto che si dicevano le stesse cose». Da qui il ritorno ‘a casa’ e l’impegno nello sperimentare e sviluppare gli insegnamenti appresi dal gruppo originario.
Attualmente, Bernard Rouch e le persone da lui formate come insegnanti sono attivi anche in Italia.
Il sito web di riferimento è il seguente:
http://www.terapieegizioessene.com/it/
Qui invece una conferenza di Bernard Rouch, il modo migliore per farsi un’idea diretta:

Bibliografia:
Così Curavano
Dagli egizi agli esseni: comprendere e praticare
Daniel Meurois-Givaudan – Amrita Edizioni
Malattie Karmiche…
…riconoscerle, comprenderle, superarle
Daniel Meurois-Givaudan – Amrita Edizioni
Le vesti di luce
Leggere l’aura e curare per mezzo dell’amore
Daniel Meurois et Anne Givaudan – Amrita Edizioni
Gli annali dell’Akasha
Accedere alla memoria del pianeta
Daniel Meurois Givaudan – Amrita Edizioni