Bloccare il panico prima che si manifesti. Lo possiamo fare con l’omeopatia prestando attenzione alla nostre esperienze personali.



Una cosa è certa: chi ha subìto almeno una volta nella vita un attacco di panico non se lo dimentica più. In alcuni casi, la stessa paura di ricadere in un nuovo episodio, crea ansia e angoscia predisponendo all’attacco. Le medicine naturali offrono numerosi rimedi, di tipo fitoterapeutico ma anche fiori di Bach, sali di Schussler e omeopatia. Adesso vediamo i principali rimedi omeopatici.



La scelta del rimedio si basa sull’osservazione, anche psicologica, delle caratteristiche della persona che richiede aiuto. E’ bene ripensare alle circostanze in cui sono avvenuti gli attacchi precedenti. L’obiettivo è evitare che si scateni un nuovo episodio di panico.



1 – Aconitum 15 CH

Quando l’agitazione raggiunge livelli insopportabili. Si vorrebbe fare qualcosa ma non c’è nulla da fare, solo stare tranquilli, impresa che risulta impossibile. Tipico caso: al decollo dell’aereo. In genere, possono giovarsi di Aconitum le persone giovani e molto reattive: vorrebbero avere tutto sotto controllo e, non potendolo fare, sviluppano una forte eccitazione accompagnata da angoscia.

5 granuli per 2-4 volte al giorno



2 – Ambra grisea 15 CH

Indicato per le persone che vanno in panico in presenza di estranei. Di solito sono molto sensibili, timide, impressionabili, molto emotive. Caso tipico: vero terrore e spavento se si deve parlare in pubblico.

5 granuli per 1-2 volte al giorno



3 – Argentum nitricum 15 CH

L’attacco di panico anticipa la prova che sappiamo di dover affrontare. Solo al pensiero diventiamo frenetici, non vediamo l’ora di farla fuori e diventiamo precipitosi senza costrutto. Spesso ci sono disturbi gastrointestinali.

5 granuli per 1-3 volte al giorno



4 – Gelsemium sempervirens 30 CH

Se invece, in vista di una prova, ci sentiamo obnubilati, incapaci di concentrazione, con vuoti di memoria. Caso tipico è l’esame scolastico. Questi disturbi intellettivi si accompagnano spesso a tremori, ipersensibilità al freddo, mal di testa, disturbi visivi e a una sensazione di affaticamento muscolare. Ci si sente molto stanchi e svuotati: come faremo a superare la prova? Forse è meglio fuggire…

3-5 granuli al bisogno



5 – Ignatia amara 30 CH

In passato abbiamo subito uno shock e al solo pensiero riviviamo lo spavento con estrema ansia: solo l’idea di dover fronteggiare la stessa situazione ci rende attoniti, ma non vogliamo parlarne con nessuno. Il tipo Ignatia tende a tenersi tutto dentro. Se il pensiero è dominante apre la strada alla depressione.

3 granuli per 3 volte al giorno



Oltre a questi rimedi, di impiego più frequente, ne esistono altri.

Un bravo medico omeopata può aiutare a individuare le caratteristiche che orientano verso uno specifico rimedio e suggerire la giusta posologia. Le cure omeopatiche sono personalizzate: non esiste un solo rimedio per un determinato disturbo ma tanti possibili rimedi per persone con caratteristiche diverse. E’ il paziente stesso che deve guardarsi dentro.