Quando si parla di aromaterapia, oli essenziali, diffusori per ambienti e massaggi terapeutici si tende a dare per scontato che si tratti di argomenti congeniali soprattutto all’universo femminile: al contrario, il numero di uomini che decidono di ampliare le proprie conoscenze in materia è in costante aumento.

A scatenare l’interesse nei rimedi aromatici prettamente “maschili” è sicuramente la loro fama indiscussa di afrodisiaci e stimolanti, ma è facile realizzare che dietro ad ogni rimedio si celino preziose proprietà, in grado di favorire sia il benessere fisico, sia quello psicologico.

Puntiamo su quattro piante: limone, rosmarino, pino silvestre e sandalo.

Iniziamo con il limone

Tipica dell’universo maschile è l’esigenza di essere sempre in grado di dimostrare di “avere tutto sotto controllo”, riuscendo a gestire i mille impegni quotidiani e arrivando poi a fine giornata con le energie necessarie per gestire un appuntamento galante o le tante esigenze della famiglia, tra compiti scolastici e spesa al supermercato. A questo proposito le note fresche dell’essenza di Citrus limon possono rappresentare una vera e propria risorsa per coloro che sentono il bisogno di avere a portata di mano una “ricarica” di energia: è sufficiente farne cadere poche gocce all’interno di un fazzoletto di cotone (ben piegato per evitare il contatto dell’olio con il tessuto o altri oggetti) da tenere poi, per un pronto uso, in tasca o in borsa.

È anche l’essenza di chi deve schiarirsi le idee, prendere decisioni importanti, risolvere conflitti interiori, ma favorisce soprattutto il lavoro intellettuale e la comunicazione, tanto che in Giappone ne viene fatto largo uso negli ambienti di lavoro e negli uffici.

Anche sulla pelle

A scopo disinfettante, emostatico e cicatrizzante – ad esempio sulle piccole lesioni causate dalla rasatura (o sulle eruzioni cutanee) – l’olio essenziale di limone può essere applicato direttamente sulla pelle, alla dose di una goccia. L’azione astringente e purificante di questa essenza la rendono indicata anche quando si vuole ridurre l’eccesso di sebo, che spesso caratterizza la pelle maschile.

Lo si può utilizzare aggiungendone poche gocce ad una crema viso leggera oppure a 100 ml di acqua depurata, da applicare poi come tonico con l’aiuto di un piccolo pezzetto di garza (sterile monouso facilmente reperibile in foglietti 10×10 cm in farmacia) per tamponare la pelle sulle zone più grasse.

Scopri i segreti e le potenzialità di rosmarino, pino silvestre e sandalo sul numero de L’altra medicina magazine attualmente in edicola.