Per preparare la pelle ad una abbronzatura dorata, veloce e duratura – sostenendola nell’affrontare il clima caldo e secco dell’estate – non si può non pensare alla carota (Daucus carota L.), rimedio naturale particolarmente indicato per garantire elasticità, idratazione e abbronzatura, aiutando al tempo stesso la pelle a difendersi dai rischi dell’estate.

Come molti altri vegetali e frutti dal colore rosso aranciato, la radice della carota – oltre a contenere numerosi principi nutritivi come vitamine e sali minerali – è particolarmente ricca di Beta-carotene, una sostanza che nell’organismo viene trasformata a livello del fegato in vitamina A. Quest’ultima è una delle vitamine più importanti per la pelle: viene infatti utilizzata per prevenire, evitare e ritardare i fenomeni di invecchiamento cutaneo.

Tipica della vitamina A è inoltre l’azione antiossidante che le consente di proteggere la pelle dalle radiazioni solari, preservandola dall’aggressione dei raggi ultravioletti. La pelle ritrova così non solo morbidezza ed elasticità, ma anche maggiore forza nel contrastare gli attacchi dei radicali liberi.

Queste proprietà fanno degli estratti di carota gli integratori ideali per migliorare l’aspetto complessivo della pelle, aiutandola a lottare contro le aggressioni del sole (soprattutto per le prime esposizioni) e facilitandone l’abbronzatura.

Come utilizzarla

Oltre che al naturale, la carota è presente in forma di estratto in numerosi integratori in commercio indicati per favorire e mantenere l’abbronzatura. La dose consigliata per l’estratto oleoso o totale è di 4 capsule al dì, ripartite tra la mattina e il pomeriggio. Forando con un ago la perla o la capsula contenente l’estratto oleoso di carota è possibile applicare l’olio in esse contenuto direttamente sulla pelle, con un leggero massaggio, per garantire un’azione elasticizzate, rigenerante e nutritiva anche dall’esterno, con risultati visibili in poche applicazioni.

Pro e contro

Molti pro e nessun contro (a meno che non si esageri diventando… arancioni).

Da ricordare

Per un’azione più efficace sarebbe consigliabile iniziare l’assunzione dell’estratto almeno un mese prima dell’esposizione al sole.