Pollini nell’aria? il corpo a volte reagisce in modo scomposto, aprendo la strada alle allergie. Vediamo alcuni fiori che possono dare una mano.

Il significato principale delle allergie è un eccesso di attivazione immunitaria, di reattività. Questo ha un corrispettivo sul piano della psicologia che ci può guidare nella scelta del rimedio. Vediamo i principali:

Beech

Ipercritico, intollerante e insofferente verso ogni minima cosa. Beech è il faggio che impedisce la crescita delle piante del sottobosco. Se l’allergia è circoscritta a una parte del corpo.

Vervain

Anche in questo caso, vi sentite “intolleranti” a tutto, reagite in maniera eccessiva. Tutto attorno a voi deve essere al suo posto: perché mai fanno come se non ci fossi? Rispetto a Beech l’allergia si estende spesso a buona parte del corpo, come nell’orticaria.

Mimulus

Si associa spesso agli altri fiori di Bach per le allergie: combatte l’eccesso di sensibilità nei confronti dell’ambiente.

Chicory

Per le riniti con lacrimazione abbondante e congestione nasale. Chicory descrive il carattere di chi vuole tenere presso di sé le persone care, per guidarle e istruirle, anche contro la loro volontà.

Water Violet

Per allergici introversi, quelli che amano restarsene nel loro. Perché temono di essere “invasi” dagli altri.

Per le allergie della pelle

Agrimony: se vivete il prurito come un tormento.

Mimulus: per l’eczema da contatto.

Crab Apple: se per il suo aspetto la pelle vi trasmette un’idea di “impurità” e “bruttezza”.

Holly: se il sintomo principale è il bruciore. L’irritazione si percepisce anche nel carattere.

Aggiungere a uno di questi: Beech se il problema è circoscritto, o Vervain se è piuttosto esteso.