La “pizzanonpizza” rappresenta una validissima e gustosa alternativa alla pizza tradizionale, che pur resta un classico e insuperabile “comfort food” della nostra tradizione italiana apprezzata in tutto il mondo, ma che spesso rappresenta anche, per varie ragioni,  un alimento piuttosto difficile tanto da digerire quanto da… smaltire. Sono moltissime infatti le persone che mangiando la classica pizza lamentano gonfiore, bruciore di stomaco, meteorismo, ritenzione idrica e reazioni intestinali di vario genere. Senza contare che, in fase di dimagrimento, la pizza, soprattutto se consumata la sera, rappresenta un fattore di disturbo non da poco.

Qui vi proponiamo la nostra ricetta per la “pizzanonpizza”: il gusto somiglia sufficientemente a una pizza classica e non ve la farà rimpiangere. Prende ispirazione dalle ricette dei piatti Keto (dieta chetogenica priva di carboidrati e ricca di grassi) ma è stata poi rielaborata, modificata e ingentilita con l’uso di piccole quantità di due farine senza glutine, il teff (cereale) e la tapioca (tubero), e da una buona quantità di farina di semi di lino ricca di fibra, proteine, minerali e grassi polinsaturi*.

Fate le vostre prove e buon appetito!

INGREDIENTI PER LA BASE

  • 4 zucchine di dimensioni medio-grandi
  • 3 uova  (l’impasto tiene bene anche con 2 uova)
  • 30gr di farina di tapioca
  • 60gr di farina di teff
  • 90/100gr di farina di semi di lino (valutate mentre preparate l’impasto)

PREPARAZIONE

Lavate, grattugiate le zucchine e strizzatele bene in modo da privarle completamente dell’acqua di vegetazione. Frullatele qualche istante con il minipimer fino a ridurle in crema, oppure lasciatele così a filetti se non disturba poi vederle nell’impasto.

Aggiungete le uova e mescolando con una forchetta unite poi la farina di tapioca, la farina di teff e da ultimo la farina di semi di lino. Aggiungete un pizzico di sale. Mescolate bene fino ad amalgamare il tutto e ottenere un composto morbido e leggermente appiccicoso (se lo è troppo, potete aggiungere un po’ di farina di semi di lino oppure farina di teff).

Disponete un foglio di carta da forno su una superficie piana e stendetevi il composto aiutandovi con un altro foglio di carta da forno disposto sopra la pasta e sopra il quale lavorare con il mattarello o con le mani fino a formare un disco sottile o un pochino più spesso a seconda delle preferenze. Una volta data la forma, togliete il foglio superiore sollevandolo piano piano e trasferite il tutto (quindi il disco in questa fase non va staccato dalla carta da forno sottostante ma solo trasferito) sulla leccarda del forno.

Cuocete per 20-30 minuti (da valutare a seconda delle preferenze, la base può essere più morbida o più croccante) in forno preriscaldato a 175 gradi.

Una volta pronta la base, tiratela fuori dal forno e guarnitela a vostro gusto. Rimettete in forno per 10 minuti e voilà, la pizzanonpizza è pronta!

*La farina di semi di lino presenta una ricca varietà di importanti nutrienti: proteine, calcio, magnesio, fosforo, vitamine del gruppo B, acidi grassi Omega-3, lignani e molta fibra. È pertanto un ottimo alimento che vanta proprietà depurative, lassative, di regolazione della pressione arteriosa e di protezione tumorale in virtù di tutti i suddetti componenti.

Daniella Iurilli
www.danielaiurilli.it