Dalla scelta del ristorante all’acquisto del computer, le recensioni online sono sempre più importanti per gli utenti della rete. Anche in ambito medico, crescono i pazienti che si affidano a uno specialista basandosi sulle recensioni e commenti online. Lo dimostrano i dati di MioDottore, piattaforma leader in Italia e nel mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner. Le recensioni presenti sulla piattaforma si basano esclusivamente sulla valutazione dei servizi e non sulle competenze professionali o criteri medici. Possono essere effettuate solo da utenti già registrati. Secondo gli ultimi dati relativi all’Italia, il numero di recensioni sulla piattaforma ha registrato un significativo aumento.

Italia: fondamentale la dedizione verso il paziente

Nel momento in cui devono valutare un medico, gli italiani sono particolarmente attenti a come lo specialista si è comportato durante la visitapiù della metà (54%), infatti, ritiene sia fondamentale la dedizione e la cura rivolta al paziente. Il 31% invece controlla minuziosamente la formazione accademica del professionista, l’8% tiene in considerazione la comodità e la facilità nella prenotazione e solo il 7% considera importanti comodità e pulizia dello studio medico. Ad eccezione della Polonia, che segue lo stesso trend, negli altri Paesi gli utenti prestano più attenzione alla formazione professionale del medico.

Il nesso tra recensione e prenotazione

Dalla ricerca emerge anche una forte correlazione tra le recensioni e il numero di prenotazioni registrate. Tra i Paesi presi in esame dallo studio di MioDottore, l’Italia è tra quelli con la più alta percentuale di punteggi positivi (95%) e in cui l’impatto di questi sulla prenotazione delle visite è maggiore, con il 92% di visite effettuate presso un professionista con un punteggio molto buono. In generale vengono scelti prevalentemente gli specialisti che ottengono un buon punteggio nelle review online rilasciate dagli utenti, ma il fatto che possano esserci feedback neutrali o negativi, non li esclude dall’essere selezionati da altri pazienti. Queste opinioni, infatti, spesso conferiscono una maggiore credibilità al medico, poiché sono considerate più veritiere e realistiche.

Lo studio di MioDottore, inoltre, mette in evidenza un trend generale nei Paesi coinvolti, in base al quale le specializzazioni più popolari, nella maggior parte dei casi, sono anche quelle che raccolgono più recensioni positive e che vengono apprezzate maggiormente dagli utenti. L’Italia, invece, non segue questa tendenza, infatti, sebbene gli psicologi guidino la classifica con il maggior numero di recensioni positive (14%) – seguiti da ginecologi e dietisti (10%), dentisti (7%) e ortopedici (5%) – rimangono fuori dalla top 5 delle professioni e specializzazioni più popolari tra gli utenti dello stivale.