Il 29 agosto al Palazzo d’Alì di Trapani è stato presentato il progetto “Modulo Salva Salute – Richiesta rimozione dei distributori automatici di merendine di ogni ordine e grado” a cura dell’AMPAS, associazione medici per un’alimentazione di segnale.

L’iniziativa fa parte di una campagna che vuole sensibilizzare i responsabili della cosa pubblica al rispetto delle leggi che tutelano i minori dagli abusi perpetrati da alcune aziende alimentari e da chi ne distribuisce i prodotti. 

“L’Amministrazione Comunale ha patrocinato questa iniziativa che rientra nella funzione sociale dell’informazione in ordine agli strumenti legislativi che tutelano il consumo e le regole dei distributori automatici nelle scuole e istituzioni pubbliche”, ha dichiarato l’assessore Vincenzo Abbruscato durante l’incontro.

Tra le promotrici dell’evento la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Francesca Trapani ha commentato: “Siamo stati con Giovanna Tranchida, referente GIFT per la Sicilia, Luca Speciani e l’avvocato Caterina Greco per parlare di tutela della salute dei minori e di merenda ideale. In Consiglio Comunale presenterò con la collega Cavallino una mozione che dica no ai distributori automatici di merendine nelle scuole di ogni ordine e grado e nei luoghi pubblici”.

“Grazie all’aiuto di Giovanna Tranchida”, afferma la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle, “vogliamo impegnare il Comune di Trapani e Il Consiglio Comunale affinché si rispetti la normativa vigente, a disincentivare presso tutti i luoghi pubblici e le scuole di ogni ordine e grado la somministrazione di alimenti e bevande contenenti un elevato apporto di sostanze dannose per la salute quali zuccheri semplici aggiunti, dolcificanti, farine raffinate, grassi trans, oli vegetali, nitriti, nitrati e simili. Il Movimento Cinque Stelle è dalla parte della salute e del consumo consapevole”, conclude la consigliera comunale.