Tra i farmaci e la psicoterapia, si inserisce una terza alternativa, sempre più richiesta: stiamo parlando dell’ipnosi, un toccasana per chi soffre e uno strumento clinico per una psicologia efficace ed efficiente. Ma cos’è l’ipnosi? La definizione che meglio descrive lo stato ipnotico la fornisce il noto manuale di ipnosi del dott. Franco Granone: “Per ipnotismo s’intende la possibilità di indurre in un soggetto un particolare stato psicofisico, che permette di influire sulle condizioni psichiche, somatiche e viscerali del soggetto stesso per mezzo del rapporto creatosi tra questi e l’ipnotizzatore.”

Da una parte abbiamo procedure classiche d’induzione e pilotaggio, sempre più superate da quelle di matrice americana, che si rifanno a Milton Erickson (ipnosi ericksoniana), e da quelle cosiddette “non verbali”, che si rifanno a Stefano Benemeglio (ipnosi dinamica).

Rapporto di fiducia tra medico e paziente

Per generare uno stato di ipnosi, è fondamentale che tra medico e paziente ci sia un rapporto di massima fiducia ed empatia. La fiducia e l’acquisizione di un “potenziale emotivo” da parte dell’operatore ipnotico fanno cadere ogni critica da parte del paziente, che può così essere condotto a uno stato di coscienza modificato. Una volta raggiunto lo stato di ipnosi si potrà successivamente ritornarci molto rapidamente, evitando la ripetizione della fase dell’induzione, grazie all’utilizzo di un “ancoraggio” (o “comando post- ipnotico “) etero-indotto dall’operatore, o autoindotto dal soggetto addestrato a farlo (durante una seduta o a un corso di formazione).

Seduta di ipnosi: come funziona

Una seduta tipica inizia con una rapida indagine del problema e delle soluzioni messe in atto fino a quel momento. L’ipnoterapeuta effettuerà poi una sorta di “ecografia emozionale”, in trance leggera, per scoprire quali sono le cause della sofferenza. A seguire, andrà ad attuare la fase di “chirurgia emozionale”, in cui, in una trance più profonda, interverrà sulle compressioni energetico-emotive, responsabili del malessere. Nel caso di problematiche riguardanti la sfera emotive, come ansie, paure, angoscia, panico e fobie, l’azione sarà tipicamente su dolori e sofferenze per amore, sentimento e affetto, come meccanismo di difesa, represso e non espresso, in eventi significativi della vita, spesso rimossi.

Diversa è la situazione nel caso il paziente riporti le tipiche somatizzazioni come mal di testa, mal di schiena, dolori nei rapporti sessuali o alle articolazioni. In questi casi, dopo aver valutato se la persona ha già contattato il medico di base e dopo aver chiesto se è al corrente delle infiammazioni da cibo studiate dalla medicina di segnale, interverremo consapevoli che nella fase di pilotaggio ipnotico, volto alla decompressione, dovremo liberare rabbie, risentimenti, rancori, repressi e non espressi. Infatti, quando la persona accumula queste rabbie, senza lasciarle defluire, magari canalizzate in modo opportuno, è come se le ritorcesse contro di sé, con il conseguente attacco degli organi. Definiamo “espressiva” questa modalità di psicoterapia, che prevede, grazie all’ipnosi, di intervenire il prima possibile con la liberazione della sofferenza; nel 90% dei casi questo avviene già alla prima seduta.

Tecnica di autoipnosi

Eseguito il trattamento (durata media di dieci incontri), si passa alla fase “supportiva” della psicoterapia breve ipnotica, e cioè l’insegnamento della tecnica di autoipnosi, che il paziente potrà usare a casa al bisogno. Questa metodologia di “self help” produce effetti paragonabili a quelli di uno psicofarmaco, nei soggetti che non hanno bisogno di ricorrere obbligatoriamente ai medicinali.

I vantaggi sono molteplici: si evitano possibili effetti collaterali di un farmaco e la dipendenza dallo stesso, e si ottiene un aumento della fiducia in se stessi, grazie alla scoperta di risorse personali profonde, e della capacità di saperle promuovere e utilizzare nel momento del bisogno.

Tratto da un articolo dello psicologo e psicoterapeuta Andrea Cirelli sul numero 94 de L’Altra Medicina (aprile 2020), acquistabile online e in edicola.