Avere una pelle pulita e sana è molto importante – e non solo per l’estetica. In tutte le stagioni dobbiamo liberare la pelle dalle tossine: fattori come fumo, alcool, farmaci e cibi industriali affaticano reni e fegato rendendo molto difficile il loro lavoro di depurazione e disintossicazione dell’organismo. Il risultato? Un forte accumulo di tossine, che si traduce in una pelle grigia e asfittica. 

Pelle pulita in inverno 

Con l’arrivo del freddo l’organismo attua alcuni meccanismi per mandare più sangue agli organi interni, tralasciando la periferia. La pelle, in parte ignorata, finisce per produrre meno collagene e si disidrata. Anche l’aria secca del riscaldamento contribuisce a seccare l’epidermide. 

La prima regola fondamentale, valida tutto l’anno ma soprattutto in inverno, è quindi di idratare la pelle, sia dall’esterno che dall’interno. Seguite questi tre consigli base per una pelle pulita: 

  1. bere molto, anche se con il freddo la sensazione di sete diminuisce
  2. mangiare tanta frutta e verdura
  3. consumare cibi ricchi di acidi grassi buoni (omega 3) come quelli contenuti nel pesce e nelle noci

Menù salvapelle

Ecco un esempio di menu salvapelle: 

  • Colazione: macedonia di frutta di stagione, uovo alla coque, gallette di riso integrale con composta di albicocca, bevanda a piacere non zuccherata
  • Pranzo: tagliatelle integrali con salsa di noci, salmone grigliato con insalata
  • Cena: passato di verdure di stagione, pesce a piacere con patate al forno
  • Spuntino: frutta e verdura fresca in libertà

Cosmetici naturali 

Non basta bere tanto e mangiare in modo corretto per avere una pelle pulita e sana. Fondamentale è anche liberarsi di tutte le tossine lasciate sulla pelle da cosmetici sbagliati o vestiti che contengono coloranti e sostanze dannose. Prima di nutrire, è dunque bene “ripulire” con uno scrub a settimana per esfoliare la pelle, liberandola da cellule morte e additivi irritanti.  

Qui trovate la ricetta per uno scrub 100% naturale, facile da fare in casa: 

  • 180 g di zucchero di canna
  • 35 g di olio di mandorle dolci
  • 40 g di sale marino integrale
  • 15 gocce di olio essenziale a scelta (arancio amaro, bergamotto, menta)

Mettere il tutto in una ciotola e mescolare.

 

Tratto da un articolo della dottoressa Lyda Bottino sul numero 92 de L’Altra Medicina (febbraio 2020), acquistabile in edicola e online.