Pochi giorni fa si è spento Masaru Emoto. Lo ricorderete per le sue immagini di cristalli d’acqua.

Masaru riteneva di aver scoperto una proprietà dell’acqua, ovvero la capacità di percepire i pensieri e le emozioni degli esseri umani. Da qui la serie delle sue foto al microscopio che mostra come le forme dei cristalli d’acqua varino in base ai pensieri (o alle musiche o alle parole…) cui sono sottoposti.

Chi gli era vicino, nell’annunciare il decesso, scrive: «A lui piaceva dire che la vita è amore, un regalo che ci viene fatto da Dio e dai nostri genitori. E la morte è gratitudine per poter accedere a una nuova dimensione». Così lo ricordiamo anche noi.