In occasione della giornata internazionale della medicina omeopatica, che come ogni anno “cade” il giorno 10 aprile, in Italia seicento studi medici, odontoiatrici e veterinari apriranno le porte per consulti gratuiti, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sull’importanza di stili di vita corretti e per informare sulle ultime novità in ambito terapeutico complementare.

Chi promuove e sostiene l’iniziativa

L’iniziativa è promossa dall’Associazione medica italiana di Omotossicologia (AIOT) e beneficia del sostegno incondizionato dell’Azienda Guna. Ci si aspetta, anche quest’anno, un entusiasmante flusso di pubblico: nel 2018 si è registrato un incremento del dieci per cento rispetto all’anno precedente, con numeri estremamente importanti: 534 studi medici coinvolti, 1800 farmacie e parafarmacie sostenitrici, 102 province raggiunte e oltre mille chiamate al numero verde.

La classifica delle patologie più richieste

Ma quali sono i disturbi che guidano la classifica delle richieste di consulto? Analizzando i dati relativi al 2018, emerge che al primo posto si posizionano le malattie algico-reumo-artropiche (38,7%), poi nell’ordine quelle allergico-immunologiche (28,8%), gastroenterologiche (28,2%), odontoiatriche (16%), geriatriche (15,3%) e dermatologiche (14,1%). Una grande varietà di malattie alle quali le medicine alternative possono dare una risposta concreta ed efficace.

I contatti per prenotare la visita

Che fare per prenotare una visita in uno dei tanti studi medici a disposizione? Molto semplice: si può chiamare il numero verde gratuito 800.385014 oppure scrivere una mail all’indirizzo partecipa@giornataomeopatia.it.

Il sito di riferimeento è www.giornataomeopatia.it