L’altra medicina n. 88 Agosto 2019

L'editoriale del Direttore Dott. Luca Speciani

Editoriale – La medicina è una sola

Con il secondo numero della nuova gestione della rivista possiamo dire finalmente avviato il nuovo corso che vuole, almeno nelle intenzioni, portare i contributi su un livello di maggior rigore medico-scientifico, nella profonda convinzione che la medicina sia una sola (quella che cura, lenisce i sintomi, assiste il malato) ma che possa operare anche su diversi paradigmi, evitando quello oggi dominante di tipo soppressivo-farmacologico.

Il medico, quindi, assume valore centrale nel processo di diagnosi e cura, ma al suo fianco devono essere presenti tutte le figure che possano integrare il processo: dal nutrizionista al farmacista, dal fisioterapista allo psicologo, rifiutando l’approccio riduzionista “un sintomo, un farmaco” oggi imperante, che non è “Medicina” ma abuso e che tanti disastri sta generando anche nel decrescente sentimento di fiducia del paziente verso il medico e verso la scienza.

Opporsi a un tale processo richiede autorità, competenza scientifica, coraggio.

Abbiamo dunque raccolto un testimone che ci è stato lasciato dalla precedente gestione, che vogliamo qui ringraziare per il lavoro svolto negli anni passati.

Cercheremo di essere all’altezza del duro compito che ci aspetta e soprattutto cercheremo di soddisfare le vostre aspettative facendo de “L’Altra Medicina” non solo una lettura stimolante e critica, ma anche, per quanto possibile, uno strumento di lavoro comune intorno al quale costruire iniziative, progetti e – perché no – un primo germe di positiva rivolta.

Più ci seguirete, più riusciremo a diffondere il nostro messaggio. Per farlo serve coraggio. Serve esserci. Serve divulgare.

Speriamo siate tutti con noi ogni mese, a portare – ciascuno per la propria parte – il vostro prezioso contributo.

Dott. Luca Speciani

Il Direttore Luca Speciani