Si terrà a Stresa il 12 e il 13 ottobre il terzo convegno nazionale di Medicina Ildegardiana, intitolato “La Mente, il Cuore, Il Ventre: natura e potere del pensiero. Base di un modello sistemico per lo studio e la cura della malattia cronica”.

Saranno due giornate dedicate agli insegnamenti di Ildegarda di Bingen, una delle figure femminili più illustri e influenti della storia.

Ildegarda di Bingen

La badessa benedettina Ildegarda di Bingen parte dallo studio della natura tripartita dell’uomo fatto di Corpo, Anima e Spirito per descrivere il significato della nostra esistenza e l’origine delle grandi malattie che noi oggi descriviamo come malattie croniche. 

Precede di quasi mille anni i principi dell’epigenetica, della psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI), descrive le connessioni Mente-cervello/intestino, pone le basi di un modernissimo concetto di psicologia clinica dove il Corpo è uno strumento essenziale per comprendere i disagi profondi dell’Anima. 

La malattia entra sempre dal fegato, spiega Ildegarda. Quest’organo ha il ruolo di filtro fisiologico ed emotivo: da qui si propaga colpendo la mente e poi altri organi, primo su tutto l’intestino, la cui salute è fondamentale per scongiurare ogni sviluppo verso la malattia cronica. Come confermano gli ultimi studi, in molte patologie croniche (dall’autismo alla depressione, alle forme autoimmuni), la salute del nostro macrobiota è fondamentale per la terapia.

i pensieri che ammalano sono quelli che ci allontanano da noi stessi. Ci impediscono di comprendere che siamo esseri unici e irripetibili e che come tali non possiamo omologarci, nessuno è come noi. La vera guarigione passa proprio attraverso la propria autenticità ovvero lo scoprirsi e l’amarsi. Non si può affrontare la cura della malattia cronica se si esclude lo studio e la comprensione della nostra natura spirituale. È come studiare il funzionamento di un’auto escludendo il motore.

Convegno nazionale di Medicina Ildegardiana 2019

“Il convegno” – afferma la dottoressa Sabrina Melino, organizzatrice – “vuole farci comprendere che al centro di una vita di salute c’è la nostra responsabilità, la nostra capacità di guardarci dentro, di rispettarci, di leggere i messaggi che l’anima ci dona in continuazione”. L’obiettivo è di proporre un nuovo approccio alla malattia cronica, basato sull’unicità di ogni essere umano e che non può trascurare la nostra Anima.

A questa terza edizione parteciperanno ospiti di fama internazionale:

  • il professor Giuseppe Vitiello, fisico che collabora dal 2009 con il premio Nobel Luc Montagnier in ricerche sul DNA di virus e batteri;
  • il dottor Stefano Polisitina, fondatore della NeuroOstepoatia e della relativa Scuola;
  • il teologo Silvano Scalabrella, autore di numerosi libri e volumi;
  • il dottor Fernando Piterà di Clima, tra i massimi esperti internazionali in meristemoterapia;
  • la dottoressa Domenica Mannino, esperta di autismo e PNEI;
  • la dottoressa Paola Barbaro, esperta in Dentosofia.

A organizzare il convegno è la dottoressa Sabrina Melino, la prima ad aver creato in Italia una linea di rimedi naturali ispirati alle ricette di Ildegarda.

Per tutte le informazioni, consultare il sito www.thesauranaturae.com